Qualità dell’aria interna

Principali inquinanti chimici e biologici, rischi e soluzioni

L’Indoor Air Quality (IAQ) è uno degli aspetti più importanti  per garantire la salubrità degli ambienti ed il benessere dei suoi abitanti, oltre a contribuire ad una riduzione dei  consumi energetici e delle emissioni inquinanti.

L’ultimo rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sottolinea la rilevanza dell’inquinamento atmosferico quale principale fattore di rischio ambientale per la salute della popolazione mondiale.

Poiché si stima che nei Paesi sviluppati la popolazione passi il 90% del proprio tempo in ambiente chiuso  (case, uffici e scuole), la qualità dell’aria negli ambienti indoor diventa cruciale per la salute e per il benessere.

L’aria indoor può essere in generale più inquinata rispetto a quella outdoor perché gli inquinanti esterni vengono intrappolati e si accumulano, vi sono inquinanti propri delle abitazioni e le varie attività umane (cottura dei cibi, pulizia della casa, ecc.) contribuiscono alle emissioni  di ulteriori inquinanti.  I contaminanti biologici incidono negativamente sulla qualità dell’aria sia indoor che outdoor. Le principali fonti di inquinamento microbiologico nei locali sono rappresentate dagli occupanti (uomo, animali, piante),  dalla polvere (ottimo ricettacolo per i microrganismi), dagli  umidificatori e i condizionatori d’aria nei quali la presenza  di elevata umidità e l’inadeguata manutenzione facilitano l’insediamento e la moltiplicazione dei contaminanti  biologici che poi vengono diffusi nei vari ambienti.

L’inquinamento dell’aria indoor da parte di agenti chimico-fisici e biologici ha effetti sul sistema respiratorio, provoca allergie e asma, disturbi a livello  del sistema immunitario e ha inoltre effetti nocivi anche sul sistema cardiovascolare e sistema nervoso oltre che su cute e mucose esposte. Sono ormai numerosi gli studi che hanno individuato una relazione tra la ventilazione delle case e le condizioni di salute delle persone che  le abitano. FITT Agix® riduce la concentrazione  degli inquinanti, sia chimici sia biologici, e permette  di controllare la temperatura e l’umidità all’interno  degli edifici.

Inquinanti chimici

  • Gas di combustione (NOx, SO2, CO)
  • Particolato atmosferico aerodisperso
  • Composti organici volatili COV
  • Idrocarburi policiclici aromatici (IPA)
  • Fumo passivo da combustione di tabacco
  • Radon

Contaminanti biologici

  • Batteri
  • Muffe, funghi, alghe
  • Virus
  • Pollini delle piante
  • Acari
  • Allergeni