La ventilazione meccanica controllata a garanzia della qualità dell’aria interna

La qualità dell’aria negli ambienti interni è fondamentale per la salute e il benessere delle persone: si stima infatti che nei Paesi sviluppati la popolazione passi il 90% del proprio tempo in ambienti indoor (case, uffici e scuole).

L’aria indoor è in generale più inquinata rispetto a quella outdoor: le principali fonti di inquinamento microbiologico nei locali sono rappresentate dagli occupanti (uomo, animali, piante), dalla polvere (ottimo ricettacolo per i microrganismi), dagli umidificatori e dai condizionatori d’aria nei quali la presenza di elevata umidità e l’inadeguata manutenzione facilitano l’insediamento e la moltiplicazione dei contaminanti biologici, che poi vengono diffusi nei vari ambienti.
L’inquinamento dell’aria indoor da parte di agenti chimico-fisici (gas di combustione, particolato atmosferico aerodisperso, fumo passivo da tabacco) e biologici (batteri, muffe, pollini, allergeni, acari) ha effetti sul sistema respiratorio, provoca allergie e asma, disturbi a livello del sistema immunitario e ha inoltre effetti nocivi anche sui sistemi cardiovascolare e nervoso, oltre che su cute e mucose esposte.

La stessa Organizzazione Mondiale della Sanità identifica l’inquinamento atmosferico come uno dei principali fattori di rischio ambientale per la salute della popolazione mondiale.

L’Indoor Air Quality (IAQ) diventa quindi uno degli aspetti più importanti per garantire la salubrità degli ambienti ed il benessere dei suoi abitanti, oltre a contribuire ad una riduzione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti. Sono ormai numerosi gli studi che hanno individuato una relazione tra la ventilazione delle case e le condizioni di salute delle persone che le abitano.

Ma come funziona la ventilazione meccanica controllata?
La Ventilazione Meccanica Controllata è un sistema che permette di estrarre l’aria interna esausta e viziata e di immettere aria esterna adeguatamente filtrata, al fine di garantire il benessere e le condizioni igieniche dell’ambiente.

Quali sono quindi i vantaggi della Ventilazione Meccanica Controllata?

La VMC bilancia l’umidità: un’elevata umidità degli ambienti chiusi rende la respirazione pesante, favorisce la crescita di muffe e l’aumento di acari, polveri e parassiti. Di contro, un livello molto basso di umidità può generare irritazione e secchezza della pelle, shock statico e frequenti epistassi.
La VMC elimina gli allergeni: polveri, pollini, peli di animali, sapore di muffa sono la causa della rinite allergica, uno dei disturbi più diffusi caratterizzata da starnuti, congestione, prurito alla gola e occhi irritati.
La VMC riduce gli odori: i cattivi odori influenzano i nostri comportamenti e possono renderci insolitamente scontrosi o irritabili, mentre i buoni odori migliorano l’umore riducendo lo stress e la frequenza cardiaca.
La VMC riduce i costi energetici: gli ambienti indoor rimangono salubri senza sovraccaricare il sistema.

E i benefici di un impianto di Ventilazione Meccanica Controllata?

L’aria pulita facilita la respirazione, senza stressare cuore e polmoni, elimina i disturbi del sonno causati da problemi respiratori e garantisce così dormite sane e riposanti.

L’impianto di ventilazione meccanica controllata è quindi la soluzione che favorisce l’evacuazione degli inquinanti che possono avere effetti negativi sulla salute e garantisce maggiore comfort e salubrità a casa o negli uffici.